Episodio #6 Finale.

Sussulto, apro gli occhi. Davanti a me un volante e il parabrezza della macchina. "Cosa caz..?". I fari illuminano un pezzo di strada sterrata. Il quadro è acceso e la cintura è inserita.  Scuoto la testa, mi risveglio completamente. Faccio mente locale..forse ho accostato e fatto un pisolino. Che sogno del cazzo, devo smetterla con... Continue Reading →

Episodio #5

Ancora buio. Ancora la testa avvolta dalla stoffa nera. Ancora le mani legate dietro la schiena e ancora ogni arto del mio colpo pulsa in maniera dolorosa. Mi sento intontito. La testa mi esplode. "Dannazione, che sta succedendo? Cosa vogliono da me?". Prendo in parte coscienza di quello che mi circonda, sento del vento stavolta,... Continue Reading →

Episodio #4

Ora indefinita. Riprendo coscienza di me. Tutto buio, tento di aprire gli occhi, nulla, c'è qualcosa che me lo impedisce, un pezzo di stoffa nero mi avvolge la testa.  Mi accorgo di avere le braccia piegate e legate dietro la schiena. Sono seduto, almeno le gambe sono libere. Provo a muoverne una ma una fitta... Continue Reading →

Episodio #3

19:00. Fine servizio, ora di rientrare a casa. Stanchezza a palate e sole che comincia a tramontare, fra poco arriva il buio, non vorrei guidare nell'oscurità, mi ha sempre terrorizzato.  Mi trattengono con due chiacchiere e alla fine la luce se ne va. Scappo, salgo in macchina più in fretta che posso, accendo le luci... Continue Reading →

Episodio #2

7:00 del mattino. Driiin, driiiiin, driiiiin. Allungo la mano, premo un tasto a caso. "Fottiti sveglia, dammi dieci minuti, ho sonno." 7:05. Driiin, driiin. "Santo dio, ok mi alzo". Mi spingo di malavoglia verso il bagno, mi guardo allo specchio. Bianco cadaverico, barba incolta, occhiaie. Accendo la stufetta, apro l'acqua calda nella doccia, entro. La... Continue Reading →

Episodio #1

2:10 del mattino. Arranco di malavoglia sul vialetto di casa, tutto buio, i piedi che vanno avanti da soli. Serata difficile a lavoro. Eccola li, finalmente, la tanto agognata porta di casa, dietro di lei il mio amato letto e il meritato riposo. Giro la chiave nella serratura, come al solito non entra. "Merda, ogni... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑