Episodio #5

Ancora buio. Ancora la testa avvolta dalla stoffa nera. Ancora le mani legate dietro la schiena e ancora ogni arto del mio colpo pulsa in maniera dolorosa. Mi sento intontito. La testa mi esplode. "Dannazione, che sta succedendo? Cosa vogliono da me?". Prendo in parte coscienza di quello che mi circonda, sento del vento stavolta,... Continue Reading →

#17

Eccomi qui, settimana un po' dura. Abbiamo deciso col boss che per ora lavorerò solo il weekend. Mi sta bene, ho sonno e vorrei dedicarmi un po' al racconto.  Per chi non lo sapesse ed è interessato nella sezione ''Tentativi di scrittura" del Blog ci sono i primi 4 episodi. Fatemi sapere che ne pensate. ... Continue Reading →

Episodio #4

Ora indefinita. Riprendo coscienza di me. Tutto buio, tento di aprire gli occhi, nulla, c'è qualcosa che me lo impedisce, un pezzo di stoffa nero mi avvolge la testa.  Mi accorgo di avere le braccia piegate e legate dietro la schiena. Sono seduto, almeno le gambe sono libere. Provo a muoverne una ma una fitta... Continue Reading →

Episodio #3

19:00. Fine servizio, ora di rientrare a casa. Stanchezza a palate e sole che comincia a tramontare, fra poco arriva il buio, non vorrei guidare nell'oscurità, mi ha sempre terrorizzato.  Mi trattengono con due chiacchiere e alla fine la luce se ne va. Scappo, salgo in macchina più in fretta che posso, accendo le luci... Continue Reading →

Episodio #2

7:00 del mattino. Driiin, driiiiin, driiiiin. Allungo la mano, premo un tasto a caso. "Fottiti sveglia, dammi dieci minuti, ho sonno." 7:05. Driiin, driiin. "Santo dio, ok mi alzo". Mi spingo di malavoglia verso il bagno, mi guardo allo specchio. Bianco cadaverico, barba incolta, occhiaie. Accendo la stufetta, apro l'acqua calda nella doccia, entro. La... Continue Reading →

Episodio #1

2:10 del mattino. Arranco di malavoglia sul vialetto di casa, tutto buio, i piedi che vanno avanti da soli. Serata difficile a lavoro. Eccola li, finalmente, la tanto agognata porta di casa, dietro di lei il mio amato letto e il meritato riposo. Giro la chiave nella serratura, come al solito non entra. "Merda, ogni... Continue Reading →

#16 La vita di un cameriere

Ebbene si, è iniziata la stagione, tre giorni che lavoro come cameriere, tre giorni di merda. Piccolo riassunto Giorno 1. Ciao, Benvenuto, due domande "sai aprire la bottiglia di vino a tavola", "sai fare i caffe" no e no ovviamente. Ho sempre lavorato in agriturismo e li era tutto diverso. Vabbe proviamoci. Giorno 2. Matrimonio,... Continue Reading →

#15 Sogni Infranti

E niente, la carriera da fotografo per ora è stata stroncata sul nascere, da oggi mi fanno il contratto come cameriere per l'intera stagione. Evviva, sudore e pelle bianca, manco mezzo giorno di sole riuscirò a prendere. Ma vabbe sossoldi. Comunque, sto pensando a cosa fare di sto blog e boh mi è balenato un... Continue Reading →

#14  Mr. Robot

A volte sogno di salvare il mondo, di salvare tutti dalla mano invisibile – quella che ci marchia con un tesserino da impiegati, quella che ci obbliga a lavorare per loro, quella che ci controlla ogni giorno senza che ce ne rendiamo conto, ma non riesco a fermarla, non sono così speciale. Sono una persona... Continue Reading →

#13 Pensieri sparsi sui soldi

"Il cash che move il sole e l'altre stelle." Si alla fine è così, sarà perché ho appena finito di vedere Mr. Robot e mi sono fatto influenzare dalla visione fredda e cinica dell'autore  ( i soldi muovono tutto nel mondo etc etc) ma è così.  Ho iniziato a darmi da fare per farmi entrare... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑